Sensori di velocità

I sensori di velocità/giri sfruttano diversi principi di funzionamento – effetto Hall, magnetoresistivo, induttivo – per rilevare senza contatto il movimento rotatorio di ruote foniche o dentate e in generale di qualsiasi oggetto rotante in materiale ferroso dotato di fessure o parti sporgenti.
Forniscono in uscita un segnale digitale in frequenza – nelle versioni ad effetto Hall o magnetoresistive – oppure un’onda alternata – nelle versioni induttive – corrispondenti esattamente al pieno o al vuoto dell’oggetto rotante.
I sensori di velocità e direzione forniscono due uscite digitali in frequenza. Attraverso la lettura dei due segnali A e B è possibile stabilire la direzione oraria o antioraria della ruota. La differenza di fase tra i due segnali consente di stabilire il verso di rotazione.
Presentano prestazioni differenti secondo la tecnologia impiegata relativamente a: gap (distanza sensore-ruota); connessione (2/3 poli); costi.
Trovano applicazione tipica su motori, differenziali, trasmissioni, turbine, pompe, cremagliere e sono in grado di operare nelle condizioni più gravose.

I sensori di velocità ad effetto Hall rilevano il movimento rotatorio di qualsiasi oggetto in materiale ferroso dotato di fessure o parti sporgenti, generalmente ingranaggi e ruote foniche.
Ico2.png
Alimentazione
5÷30V
Ico2.png
Output
NPN/PNP/CAN BUS
Ico2.png
Numero segnali
singolo/doppio
Ico2.png
Cavo e connettore
personalizzabili
Ico2.png
Fissaggio
Regolabile/Flangiato/Dado di fissaggio
I sensori di velocità induttivi rilevano il movimento rotatorio di qualsiasi oggetto in materiale ferroso dotato di fessure o parti sporgenti, generalmente ingranaggi e ruote foniche
Ico2.png
Alimentazione
5÷30V
Ico2.png
Output
Analogico
Ico2.png
Numero segnali
singolo
Ico2.png
Cavo e connettore
personalizzabili
Ico2.png
Fissaggio
Regolabile/Flangiato

No products

To be determined Shipping
0,00 € Total

Prices are tax excluded

Check out